Logo stampa
Pagina
'REF: 120
Tabella: comunicati'

DEBUG
COMUNICATI STAMPA
Padova - 30/10/2014

Arriva il Report "In buone acque": nel padovano oltre 29mila analisi sulle acque

Quanto ci si può fidare della qualità dell’acqua del rubinetto? Quanto vale, su un bilancio familiare, la scelta di bere acqua di rete anziché in bottiglia? Sono queste le domande a cui dà risposta il primo Report In buone acque, realizzato dal AcegasApsAmga e disponibile sia in forma sintetica cartacea (uffici clienti AcegasApsAmga, URP e circoscrizioni dei comuni serviti, Informambiente di Padova) che in forma analitica, on-line all’indirizzo:

www.gruppohera.it/gruppo/attivita_servizi/business_acqua/canale_acqua/report_buone_acque/

Ogni giorno 80 analisi a garanzia di un’acqua sempre sicura. Conformità nel 99,9% dei casi

Nel Rapporto, che estende a Nordest una prassi di trasparenza già in essere all’interno del Gruppo Hera, sono rendicontati nel dettaglio i dati quantitativi e qualitativi delle analisi compiute sull’acqua di rete padovana, nel corso del 2013.

Fra le informazioni più significative, quella relativa  alle analisi effettuate. A Padova e nei comuni dell’area Saccisica in cui AcegasApsAmga gestisce il servizio idrico, sono state effettuate, fra Azienda e Ulss ben 29.386 analisi (pari a oltre 80 al giorno) che sono risultate conformi alla legge sostanzialmente nella totalità dei casi (99,9%).

Nel Report si può anche scendere nel dettaglio di quella che è una vera e propria etichetta dell’acqua che esce dai rubinetti, proveniente dai pozzi dalla zona delle risorgive a nord di Vicenza (fra cui quelle dell’Oasi di Villaverla) e integrata con l’acqua degli impianti di potabilizzazione di Brentelle e Boscochiaro (in comune di Cavarzere).

Un’etichetta dell’acqua che, sul sito web AcegasApsAmga, è sempre consultabile agli indirizzi: http://www.acegasapsamga.it/cms/169/qualita-dell-acqua.html (per Padova e Abano)

e www.acegasapsamga.it/cms/173/qualita-dell-acqua-analisi.html (per l’area Saccisica).

Nel padovano qualità eccellente

Confrontando il rapporto fra le concentrazioni di 14 parametri (ammonio, arsenico, clorito, cloruro, conduttività, durezza totale, fluoruro, manganese, nitrato, nitrito, residuo secco, sodio, solfato, trialometani-totale) misurate da AcegasApsAmga presso i punti di rete rappresentativi dell’intero sistema di distribuzione padovano e le loro concentrazioni massime ammissibili nell’acqua potabile, emerge come l’acqua di Padova sia di eccellente qualità. Mediamente, infatti, le concentrazioni di tali elementi sono dell’87,5% inferiori ai limiti di legge consentiti.

I numeri dell’acquedotto padovano

Nell’area di Padova, AcegasApsAmga serve complessivamente 296.109 cittadini, attraverso una rete acquedottistica di 2.072 Km, in cui nel 2013 sono stati immessi 44 milioni di mc di acqua.

L’acqua del rubinetto conviene all’ambiente e al portafoglio: ecco i numeri

Il Report è arricchito da una serie di informazioni sui vantaggi economici e ambientali derivanti dall’utilizzo dell’acqua di rete. Attraverso infografiche chiare e intuitive, si scopre, ad esempio, che 1.000 litri d’acqua minerale in bottiglia costano mediamente 300 €, mentre la stessa quantità prelevata dall’acqua di rete padovana costa 1,69 €* 

I numeri esposti aiutano anche a quantificare l’impatto ambientale dell’acqua in bottiglia. La produzione di un litro di acqua del rubinetto infatti, richiede solo il 2% delle emissioni di CO2 necessarie per produrre la stessa quantità di acqua in bottiglia.

Dal Gruppo Hera 100 milioni di euro d’investimento all’anno sul ciclo idrico

Il Report “In buone acque” non si limita a rendicontare i numeri dell’acqua potabile AcegasApsAmga, ma si estende all’intero Gruppo Hera, a cui la Società appartiene. I numeri in campo sono di assoluto rilievo. Il Gruppo, nel suo complesso, serve 243 Comuni fra Emilia-Romagna e Nordest, per un totale di 3,6 milioni di cittadini e nel 2013 ha compiuto 648.252 analisi, di cui 359.044 effettuate dai soli laboratori Hera, in cui operano 80 tecnici specializzati. L’attività sulle analisi s’inserisce nel più ampio impegno del Gruppo sul ciclo idrico integrato (comprendente, oltre all’acquedotto, anche fognatura e depurazione), che si sostanzia, mediamente, in 100 milioni di euro all’anno d’investimento.

Pillon: “con le aggregazioni migliora la qualità dei servizi”

“L’estensione anche in AcegasApsAmga di questa pratica di rendicontazione e trasparenza, è uno dei tanti risultati che sta producendo l’aggregazione dell’Azienda nel Gruppo Hera, spiega Cesare Pillon, Amministratore Delegato AcegasApsAmga. “Ed è la prova di come i processi di aggregazione, se ben condotti, siano in grado di portare ad un miglioramento complessivo della qualità dei servizi per i cittadini”.

Gasparetto: “promuovere una cultura dell’acqua di rete”

“Questa rendicontazione è un’importante novità per il nostro territorio”, afferma Roberto Gasparetto, Direttore Generale AcegasApsAmga. “L’obiettivo, oltre a informare puntualmente il cittadino su un aspetto così delicato per salute e qualità della vita, è quello di promuovere fra i cittadini un’autentica cultura del consumo di acqua di rete, in linea con l’impegno dell’Azienda e del Gruppo Hera verso la sostenibilità e l’uso razionale delle risorse”.

Riccardo Finelli

Responsabile Relazioni Esterne AcegasApsAmga SpA

Mobile: 334.3719248

e-mail: rfinelli@acegasapsamga.it

 

*Considerata una famiglia di 3 persone con consumo di un litro di acqua minerale al giorno e un costo medio dell’acqua minerale di 0,30 euro/l (12 marche di acqua minerale presenti nei supermercati dell’Emilia Romagna). Il prezzo medio dell’acqua di rubinetto 2013 è riferita ad un'utenza domestica tipo con un consumo di 130 mc allacciata al servizio idrico integrato.

 
 
Presentazione del Gruppo
 
Presentazione Gruppo
 
 
HEnergia
 
Henergia
 
 
Risultati economici 2015
 
Risultati economici 2015